Sezione Educativa

La Sezione Educativa per il Museo Nitsch, affidata ad APOREMA o.n.l.u.s., segue le tematiche filosofiche, poetiche e visive sviluppate dal maestro Hermann Nitsch nel Das Orgien Mysterien Theater, esperienza di arte totale o gesamtkunstwerk che assume la funzione di un agire concreto capace di trasmette ed amplificare le percezioni sensoriali per giungere ad una maggiore consapevolezza di sé stessi e delle sinergie universali.
I laboratori didattici, sollecitando una progettazione aperta alle interpretazioni emotive, cognitive e culturali, accompagneranno all’elaborazione di percorsi formativi atti a costruire procedimenti intellettuali, competenze ed abilità operative.
Non soltanto una visita ma un percorso educativo che attraversa i fruitori in un’azione dinamica, ibrida, in cui sono continuamente riformulati gli elementi della comunicazione per approfondire le coscienze, per creare curiosità e interesse in aspetti e modi dimenticati o stereotipati e per sviluppare quei cambiamenti di prospettiva utili ad una dinamica funzione creativa.

LABORATORIO N° 01
IL COLORE COME FENOMENO SINESTETICO NELL’OPERA DI HERMANN NITSCH

Destinato alle scuole, per gruppi di quindici/venti ragazzi. La durata delle attività è di circa due ore ed intende condurre i partecipanti alla percezione dei colori come stimolo sensoriale ed emozionale. Sono messe in moto attività di educazione alla cooperazione e di dissolvenza delle inibizioni.

LABORATORIO N° 02
LABORATORIO RESIDENZIALE SUL COLORE

Dedicato a giovani artisti. La durata delle attività è di sei mesi e prevede l’incontro e l’ibridazione del lavoro con un artista senior, sul tema del Colore. Al termine della residenza il Museo ospiterà il progetto espositivo con le opere realizzate durante il periodo di permanenza nella sezione educativa.

SERVIZI AGGIUNTIVI

  • Formazione/aggiornamento degli insegnanti mediante corsi sulle metodologie didattiche attive;
  • Corsi su itinerari di visita esistenti o da progettare;
  • “Sportelli” per attività di consulenza agli insegnanti:
    • informazioni teorico-pratiche sui percorsi di ricerca proposti dal Museo allo scopo di integrare ed arricchire la progettazione didattica degli insegnanti stessi;
    • costruzione di documenti, materiali e strumenti per l’Educazione al patrimonio culturale;
    • raccolta di osservazioni e suggerimenti riguardanti l’organizzazione didattica del Museo formulate dagli insegnanti stessi, alimentando così uno spazio di incontro tra scuola e museo;
  • “Sportello di consulenza” per attività di progettazione e gestione di progetti in via di realizzazione.