Kino Adriano

KINO ADRIANO ed. NAPOLI KINO KINO KINO

IN GIRO PER IL MONDO
introdotto da Calimero superstar del cartoon italiano

30 settembre ore 21.00
Museo Nitsch Napoli

KINO è un progetto di ricerca sul cinema in giro per il mondo. È una installazione in sito che indaga nuove e temporanee location spostandosi da una città all’altra, presentando un programma di video di artisti contemporanei e di film amatoriali in pellicola super 8 o 8mm. In ogni città il progetto prende il nome da un cinema-teatro che è stato chiuso, demolito o trasformato.

KINO è stato invitato dal Goethe-Institut e nella edizione napoletana avrà come focus il turismo e altre forme contemporanee di mobilità in tutte le loro sfaccettature: FREMDENVERKEHR appunto – questo il tema della rassegna che tradotto letteralmente significa TRAFFICO DI STRANIERI – nella riflessione degli artisti contemporanei e nello specchio di un viaggio nel tempo, attraverso filmati amatoriali in pellicola, ricordi privati nostalgici e preziosi che ci mostrano quanto e come è cambiato il nostro mondo e forse anche noi stessi.

Questa edizione è dedicata al Cinema Adriano di via Monteoliveto, chiuso alcuni anni fa e oggi trasformato in supermercato: l’insegna luminosa KINO ADRIANO farà parte dell’installazione di questo cinema all’aperto, in giro per Napoli.

Le tre serate proposte percorrono sia un viaggio nel tempo sia un viaggio geografico. Luci d’Arabia presenta lavori di artisti contemporanei libanesi e egiziani: immagini dalla Tunisia, dal Cairo, dall’Algeria e da Beirut, confrontate con i film di famiglia girati da viaggiatori degli anni 60, 70 e 80.
In giro per il mondo ci porta in paesi esotici vicini e lontani, riflettendo anche sui fenomeni della migrazione e della trasformazione violenta delle nostre città. La serata presenta inoltre un film fiction, un vero e proprio 007 girato a Napoli e dintorni nel 1965 da un gruppo di amici diciottenni.
Infine la serata Viaggio in Italia/in Germania è dedicata alle reciproche attrazioni degli italiani e dei tedeschi.
Apre la serata il film di Franziska Pierwoss, girato in super 8 e frutto del suo soggiorno a Napoli l’anno scorso nell’ambito di una residence del Goethe-Institut. Seguono filmati amatoriali di napoletani in viaggio, e di viaggiatori provenienti dalla Germania che ritraggono le vacanze nel Belpaese dagli anni 50 in poi. Una chicca particolare: i film del cineamatore Salvatore Cilento, che ci portano nel mondo di prima dei grandi sconvolgimenti della seconda guerra mondiale attraverso le vacanze estive in costiera sorrentina.

Buona visione! Barbara Pfister

IDEATORI DEL PROGETTO KINO

Siska (Elie Alexandre Habib) Nato a Beirut all’inizio degli anni 80. Nel 2009 si diploma in Film directing all’Accademia delle Belle Arti di Beirut. Vive e lavora tra Beirut e Berlino. Dopo una carriera di compositore e performer con il gruppo hip-hop “kitaa Beyroute”, si dedica al cinema sperimentale e all’arte contemporanea.
Mostre: Subvision Hamburg, Running Horse Gallery Beirut, 98weeks Project Space, No soul for sale Tate Modern London.

Franziska Pierwoss
Nata nel 1981, Franziska Pierwoss vive e lavora tra Beirut e Berlino. È diplomata all’Accademia per le Arte visive di Lipsia. Art Residence DAAD Scholarship all’Università di Beirut. Nel 2010 Young Artist Residency del Goethe-Institut a Napoli. Lavora con performance e video. Mostre: Kunstverein Bonn, 98weeks Project Space Beirut, UNA Bucarest, Tate Modern London.

KINO EDIZIONI

Il progetto KINO, ideato da Siska e Franziska Pierwoss, nasce a Beirut, dove molti cinema hanno chiuso a causa della guerra civile. Più di 50 cine-teatri non esistono più. Alcuni non hanno mai riaperto alla fine della guerra oppure sono diventati mercati, cinema porno o molto più tristemente sono stati demoliti.
KINO VENDOME Il primo progetto KINO venne installato sul tetto di un edificio del quartiere Mar Mkhayel Nahr, a Beirut, dal 6 all’8 novembre 2009. Il Vendome si trovava originariamente sulla strada principale di Mar Mkhayel, oggi al suo posto è in costruzione un grattacielo residenziale.
KINO SKARPA La seconda tappa fu realizzata alla Galleria RASTER di via Hoza, a Varsavia, il 27 novembre 2009. Lo Skarpa fu costruito tra il 1956 e il 1960 in via Kopernika ed era noto per la sua architettura modernista. Nel 2008 fu demolito per far posto a un edificio residenziale con shopping centre.

30 SETT MUSEO NITSCH
IN GIRO PER IL MONDO

introdotto da Calimero superstar del cartoon italiano

Video d’Arte
PHILIP WIDMANN Nato a Berlino nel 1980. Diploma in Antropologia culturale e Comunicazione visiva, con specializzazione sul film documentario. Fa parte del laboratorio di film LaborBerlin e.V. Filmografia: La moglie del fotografo (2011), Destination Finale (2008), Ex Patria (2006) Destination Finale Film amatoriale del 1964, trovato a Saigon nel 2005 e rielaborato dall’artista con un forte senso di drammaticità SISKA Vive e lavora tra Beirut e Berlino. Performer. Filmmaker. Curatore della rassegna KINO Study on neon writings 1 Lo scenario di Beirut notturna, illuminata dai neon di alberghi e uffici. Ma nessuna insegna è intatta. Un film poetico sulla città natale dell’artista che mostra ancora nel 2008 le ferite della guerra civile ALBRECHT PISCHEL Nato nel 1981, studia a Lipsia, Amburgo e Nizza. Vive e lavora a Berlino Photo booth Un viaggio verso un’isola remota... DONATELLA DI CICCO Nata a Napoli nel 1971, vive e lavora tra Napoli e Milano. Fotografa e filmmaker. Si occupa prevalentemente di realtà sociali al limite tra catalogazione antropologica e intimità The sound of italian people Tre generazioni di donne italiane si presentano di fronte alla videocamera MARZIA MIGLIORA Nata ad Alessandria nel 1972, vive e lavora a Torino. Spazia dal video al suono, dalla performance all’installazione, dal disegno all’oggetto: desiderio, intimità, memoria, perdita, paure, ossessione, identità, spostamento, riedificazione i temi della sua ricerca Io viddi la mia fortuna in alto mare Due uomini fanno fluttuare una sottile asticella su cui è fissata una barchetta bianca colma di piccole sagome umane. Una scena fortemente evocativa del destino di tante persone che si compie per il volere e le azioni di attori esterni e potenti deus ex machina. FRANCO SCOGNAMIGLIO Nato a Napoli nel 1966, indaga, ridefinendoli, i linguaggi e gli spazi del virtuale di cui l’artista, architetto del male, sonda e forza i limiti. Le sue opere – come il video in 3D 20_02 qui proposto – costruiscono ambienti di perturbante, sottile (verosimile) impossibilità che si misurano talvolta con le ombre della storia VALERIA BORELLI Nata a Napoli dove vive e lavora. Filmmaker e performer On the road Un film lievemente spiazzante: una strada gremita di gente, passanti di etnie diverse, solo apparentemente di una città lontana, esotica...

Super 8 / 8mm
Red Hongkong Alberghi, grattacieli e neon di Hong Kong filmati con un filtro rosso da un autore sconosciuto America on the moon Materiale della NASA dal viaggio di Apollo 7 sulla luna Dead End Girato alla fine degli anni 60 a Seattle negli Stati Uniti, abbonda di quelle immagini bellissime che hanno creato l’“American Dream” Viaggio intorno al mondo Antonio Gatti realizza con grande passione e tenacia film 8mm già a partire dagli anni 50. Testimonianze di vita in famiglia e degli svaghi dell’“alta società” bolognese: le feste e i balli, gli incontri e le occasioni mondane. Infine, i film delle vacanze: in Italia e in “giro per il mondo”, nella vorticosa serie di viaggi che intrapresero i coniugi Gatti a partire dalla seconda metà degli anni 60. In questa selezione sono presentati i viaggi più esotici compiuti nei primi anni 80.

da Giovedì, 29 Settembre, 2011 - 21:00 a Venerdì, 30 Settembre, 2011 - 22:00