Caravaggio e il Contemporaneo

CARAVAGGIO E IL CONTEMPORANEO
HERMANN NITSCH

Museo Hermann Nitsch Venerdì 18 Giugno ore 16.00

Introduce: Romano Gasparotti

Intervengono:
Andrea B. Del Guercio Massimo Donà Félix Duque
Elena Pontiggia Vincenzo Vitiello
Giuseppe Zevola

leggerà alcuni passi dal testo “Essere” di Hermann Nitsch

La Fondazione Morra e il Museo Nitsch proseguono l’attività di esplorazione dentro, attraverso e oltre l’opera del rivoluzionario pittore seicentesco, proponendo una serie di incontri dedicati al tema “Caravaggio e il contemporaneo”. L’inedito dialogo tra i due Grandi Maestri, consacrato dall’installazione ideata dal padre dell’Azionismo viennese e insediata presso il luogo caravaggesco per eccellenza, la Sacrestia del Pio Monte della Misericordia, ha ottenuto numerosi consensi per tutto il mese di Maggio.

L’iniziativa, curata da Romano Gasparotti (filosofo e fenomenologo dell’immagine) non intende affatto limitarsi a segnalare i presunti eredi o epigoni della riscoperta dell’arte caravaggesca nel XX secolo, bensì si propone di aprire una riflessione sulla declinazione e l’elaborazione della radicale esperienza della verità in pittura dischiusa da Caravaggio nel multiverso delle forme del fare caratterizzanti il contemporaneo, attraverso il confronto tra storici dell’arte dotati di una visione di ampio respiro e insieme attivamente impegnati nella critica militante e alcune tra le voci più originali dell’attuale pensiero filosofico europeo.
Partecipano alla giornata di studi:
Elena Pontiggia (studiosa e curatrice di mostre, docente di storia dell’arte contemporanea all’Accademia di Belle Arti di Brera a Milano e collaboratrice della Fondazione Quadriennale) esperta dei rapporti tra modernità e classicità, nonché di arte italiana ed europea tra le due guerre;
Andrea B. Del Guercio (storico di scuola longhiana, docente di storia dell’arte contemporanea all’Accademia delle Belle Arti di Brera a Milano e critico militante), esperto di arte cristiana contemporanea;
Massimo Donà (docente di filosofia teoretica e di ontologia dell’arte presso la Facoltà di Filosofia dell’Università “Vita e Salute” – S. Raffaele di Milano e musicista), autore di studi su Piero della Francesca, Magritte, Beuys e sui rapporti tra filosofia e arte e tra filosofia e musica;
Vincenzo Vitiello (già docente straordinario di filosofia teoretica all’Università di Salerno, ora docente alla Facoltà di Filosofia “Vita e Salute”- S. Raffaele di Milano), tra i massimi esperti europei del pensiero di Hegel e di Heidegger e autore di studi sui rapporti tra giudizio filosofico, parola poetica e immagine artistica;
Félix Duque (docente di storia della filosofia moderna presso l’Università di Madrid e visiting professor in alcune tra le più importanti università dell’America latina) esperto di fenomenologia ed ermeneutica filosofica e studioso dei fenomeni della postmodernità.

Venerdì, 18 Giugno, 2010 - 16:00