Alcune Architetture di Napoli 2003-2013

Alcune Architetture di Napoli 2003-2013
Il teatro di lunGrabbe nelle architetture napoletane

evento a cura di Domenico Mennillo, Raffaella Morra e Loredana Troise

venerdì 16 maggio ore 19,00
sala capriata e loggia dei poeti del Museo Hermann Nitsch, Napoli

in occasione della pubblicazione di
Alcune Architetture di Napoli 2003-2013
Il teatro di lunGrabbe nelle architetture napoletane

un libro di Domenico Mennillo, a cura di Raffaella Morra e Loredana Troise
edizioni Morra/E-M Arts

La pubblicazione di Alcune Architetture di Napoli 2003-2013. Il teatro di lunGrabbe nelle architetture napoletane (Edizioni Morra/E-M Arts 2014) concede un’insolita occasione per l’organizzazione dell’evento omonimo, a cura di Domenico Mennillo, Raffaella Morra e Loredana Troise, che venerdì 16 maggio 2014, al Museo Hermann Nitsch, coinvolgerà il pubblico in un happening dinamico e multidisciplinare.

In programma una selezione di video di alcune performances eseguite da lunGrabbe, per una riflessione complessa sull’uomo nella propria evoluzione storica; leggibili come “testimonianze di un tessuto fisico-visivo ancora palpitante”, sono esperimenti al di fuori del circuito di intrattenimento che non si discostano dal reale. A ritmare la proiezione degli estratti video, i brevi commenti critici di Tommaso Ariemma, Tommaso Ottonieri e Ferdinando Tricarico offriranno un’ulteriore possibilità per addentrarsi nel complesso sistema realizzato da lunGrabbe, pensato come pratica nomadica tra la memoria culturale europea, utilizzata attraverso sollecitazioni concettuali, e la creatività artistica connessiva.

A concludere il programma, l’eccezionale ricostituzione temporanea del gruppo musicale Terrapin. (Nino Bruno, Marco Di Palo e Massimiliano Sacchi, artisti che hanno collaborato in più occasioni con lunGrabbe). Costituito a Napoli negli anni ottanta, sulla suggestione di un clima dark-sacrale-ieratico, eseguiranno alcuni brani dal vivo selezionati dal loro repertorio.

Il libro Alcune Architetture di Napoli 2003-2013. Il teatro di lunGrabbe nelle architetture napoletane è composto dalle dieci partiture degli happenings di lunGrabbe, raccolte in forma sciolta ma numerate cronologicamente, e descrive con minuzia di particolari il tragitto esplorato nel decennio 2003-2013 “…per l’edificazione poetica di questa città”, il cui punto di partenza è lo spazio inteso come segno visivo-emozionale collettivo, capace di trasformare la staticità della struttura teatrale perché intriso dal vissuto. Sperimentando una metodologia basata sull’intreccio tra linguaggi, lunGrabbe ha elaborato un inventario che rivela il bisogno di frantumare ogni omogeneità, disarticolando il mosaico del visibile in tanti fotogrammi. “Il teatro non può essere considerato come una prigione”, afferma Mennillo - “e il presente non è un’immagine immobile ma uno scrigno da perlustrare”: un testo snodabile che, per segmenti, si vuole ricondurre nel presente.

PROGRAMMA

sala capriata

theatrum, theoria, 2006, super8 e minidv, colore, sonoro, 10 min.

Tommaso Ottonieri EDUCARE ALL’(IR)RAPPRESENTAZIONE
estratto dal film Discorso sull’impossibilità… / LudiMagister 2007, dvd, colore, sonoro, 6 min. 35 sec.

Ferdinando Tricarico andromachia guerra alle femmine
estratto dal video Andromaca 2007, dvd, colore, sonoro, 6 min. 51 sec.

Tommaso Ariemma Decomposizioni
estratto dal video Opus Infectum 2010, dvd, colore, sonoro, 3 min. 11 sec.

loggia dei poeti

Terrapin Die Monde des Herr Grabbe
Nino Bruno voce e chitarra
Marco Di Palo basso elettrico
Massimiliano Sacchi clarinetto e sax

DOMENICO MENNILLO fonda con Rosaria Castiglione nel 2001 lunGrabbe (www.lungrabbe.it), esperimento multidisciplinare che coinvolge teatro sperimentale, arte contemporanea e parola poetica. Realizza azioni, performance, installazioni, poemi-concerto e spettacoli. I suoi lavori sono stati ospitati in festival e rassegne come La Biennale di Venezia Architettura, Fresco Bosco (a cura di Achille Bonito Oliva), Benevento Città Spettacolo, Primavera dei Teatri, Speculum Celestiale (E-M Arts/Fondazione Morra). Ha pubblicato, relativamente al teatro, Partiture Visive. Teatro d’Architettura (2004); Alcune Architettura di Caivano. Il teatro di lunGrabbe nelle architetture caivanesi (2006); Andromaca. Opera neoplatonica in IV stanze ricreative (2007). Circa i sui interessi poetici ha pubblicato il poema in prosa Foglio di Giostre e Film nella città, cofanetto libro-CD audio (2007) in collaborazione con Perino&Vele e Marco Di Palo. Recentemente è apparso OPUS INFECTUM poemi 1999-2008, edito dalle edizioni di filosofia e scienza Bibliopolis. Nel 2011 la biblioteca del Museo Hermann Nitsch ne ha ospitato la residenza per la realizzazione del progetto installativo-performativo Pierrot ou d’Automate Spirituel, incentrato sulla riscrittura contemporanea della maschera del Pierrot, nella sua accezione-trasfigurazione novecentesca, legata agli ambienti artistici e intellettuali della Francia del primo e secondo Novecento. Nell'ambito di quest'ultimo progetto fra il 2011 e il 2013 organizza, sulla loggia dei poeti e nella sala capriata del Museo Hermann Nitsch, due seminari (Naturate Rivolte) attorno ad alcune riflessioni di Gilles Deleuze, Baruch Spinoza e Antonin Artaud. A gennaio 2014 ha realizzato a Villa Pignatelli - Casa della Fotografia il workshop Cartografie della Reverie, per un commentario archivio. Di lui hanno scritto Achille Bonito Oliva, Andrea Cardillo, Stefano De Stefano, Mario Franco, Stelio Maria Marini.


Info
Museo Nitsch
Vico lungo Pontecorvo 29/d - 80135 Napoli
Tel. + 39 081 5641655 / Fax. +39 081 5641494
info@museonitsch.org
info@fondazionemorra.org

Venerdì, 16 Maggio, 2014 - 19:00